Torta della nonna
fiorentina

Ricetta totalmente vegana della torta della nonna fiorentina.

Una ricetta speciale che si sviluppa in diverse fasi: creazione della pasta frolla, della crema pasticcera e della decorazione finale.

Questa ricetta di Roberto Politi e Dora Grieco di Gusto Vegan è inserita anche nella sezione dei dolci vegani.

Immagine della torta della nonna fiorentina

Torta della nonna fiorentina

Ingredienti per la torta della nonna fiorentina

Per la Pasta frolla

  • 300 g di farina 0
  • 135 g di burro vegetale non idrogenato
  • la buccia di 1 limone grattugiata
  • 100 g di zucchero di canna fine
  • 2 pizzico di vaniglia in polvere
  • 45 g di latte di soia freddo
  • 1/2 bustina di zafferano in polvere
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 pizzico di sale

Per la crema pasticciera

  • 600 g di latte di soia aromatizzato alla vaniglia
  • 60 g di burro vegetale non idrogenato
  • 90 g di sciroppo di grano o 80 g di zucchero di canna grezzo chiaro
  • 12 g di farina 0
  • 42 g di amido di mais
  • la buccia di un limone
  • 1⁄2 cucchiaino da caffè di vaniglia in polvere
  • 6 gocce di olio essenziale di limone
  • 1⁄2 bustina di zafferano

Per la decorazione

  • 30 g di pinoli
  • zucchero di canna a velo

Procedura per creare la torta della nonna fiorentina

Preparate la pasta

  1. In un’ampia ciotola setacciare la farina e il bicarbonato, unire lo zucchero, lo zafferano, la buccia di limone e mescolare.
  2. Unire il burro a tocchetti e mescolare con le dita, unire il latte e impastare brevemente.
  3. Riporre l’impasto in frigo avvolto in carta forno per almeno

Preparate la crema

  1. In una ciotola setacciare la farina e l’amido di mais, unire lo zafferano e la vaniglia, mescolare.
  2. Versare a filo 100 g del latte di soia, sempre mescolando bene con una frusta per non creare grumi, e mettere da parte.
  3. In un pentolino versare il resto del latte, il burro e lo sciroppo.
  4. Unire la buccia di limone (solo la parte esterna gialla), e a fuoco medio portare a sobbollire.
  5. Abbassare il fuoco e versare a filo il composto di farina e amido di mais, mescolando sempre con una frusta per circa 3 minuti.
  6. Unire l’olio, mescolare e versare subito la crema in una ciotola, unire l’olio essenziale, mescolare e coprire a contatto con carta forno.
  7. Lasciare intiepidire

Procedura

  1. Lavorare brevemente l’impasto di pasta sfoglia, dividetelo in due parti e realizzate due dischi, alti circa 4 mm, uno di 22 cm e uno appena più grande, di circa 23 cm.
  2. Ungete leggermente con olio una placca, adagiateci il disco più piccolo di pasta frolla e bucherellatelo con una forchetta.
  3. Lavorate brevemente la crema con una frusta e disponetela sopra a formare una cupola non molto alta, lasciando intorno un bordo libero di circa 1 cm, inumiditelo con acqua o malto e sovrapponete il secondo disco, facendolo aderire bene alla crema e sigillate lungo il bordo premendo con le dita.
  4. Bucherellate la parte superiore della torta con uno stuzzicadenti, spennellatela con un po’ di malto e decorate con le mandorle.
  5. Cuocete per circa 35 minuti a 180° C.
  6. Lasciate raffreddare la torta e cospargetela di zucchero a velo.

Note: per diminuire il contatto tra crema e frolla è possibile interporre granella fine di mandorle. Per apprezzare al meglio la fragranza della frolla è bene consumare il dolce nella giornata.

Lascia un commento

Questo sito si avvale di uso di cookie tecnici e di terze parti necessari al funzionamento e utili per tutte le finalità illustrate nella Informativa estesa o Cookies Policy. Se vuoi avere maggiori informazioni per proseguire nella navigazione di Gusto Vegan oppure negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookies, consulta la Informativa Estesa o Cookies Policy che segue. Cliccando su Accetta acconsenti uso dei cookies stessi Informativa Estesa o Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi